• en
  • fr
  • de
  • es

Shop Online

La polvere viene classificata sotto la direttiva ATEX 2014/34 / UE

Novembre 4, 2019

News

ATEX non riguarda solo ambienti gassosi potenzialmente esplosivi, la polvere è ugualmente pericolosa pertanto abbiamo integrato le nostre approvazioni ATEX esistenti per le atmosfere gassose con approvazioni per aree in presenza di polveri.

La direttiva ATEX, entrata in vigore il 1 ° luglio 2003, ha coinvolto tutti i settori dell’industria sui pericoli di atmosfere potenzialmente esplosive. Lo schema di certificazione internazionale IECEx è uno schema di certificazione globale basato sugli standard della Commissione elettrotecnica internazionale e offre una certificazione di conformità alle serie IEC 60079, 61241 e 61779. Questa certificazione facilita il commercio internazionale di apparecchiature elettriche destinate all’uso in atmosfere esplosive e contribuisce a evitare la molteplicità delle certificazioni nazionali garantendo al contempo un livello adattato di sicurezza. La certificazione è rilasciata da un’organizzazione riconosciuta da IECEx e tutti i certificati sono disponibili sul sito web IECEx. ATEX e IECEx sono più che benvenuti per l’attenzione che forniscono sulla polvere industriale come potenziale fonte di esplosione. Quasi tutti i tipi di polvere industriale possono essere considerati potenzialmente esplosivi, quindi non sorprende che la procedura di valutazione tecnica delle misure di sicurezza utilizzate per evitare i rischi di esplosioni di polvere sono sia complesse che estese. Per descrivere il rischio di esplosione causato dalla polvere, è necessario descrivere una serie di fattori. Questi includono la dimensione delle particelle, i limiti di esplosione, la massima pressione di esplosione, il potere distruttivo della combustione, il contenuto di umidità e l’energia minima di accensione richiesta. Una volta che la polvere è stata caratterizzata, è necessario effettuare un esame dei processi industriali interessati. Ciò tiene conto delle possibili fonti di ignizione, dei volumi esplosivi, delle temperature di esercizio e di una valutazione della possibilità di un’esplosione di polvere in determinate condizioni. Utile per gli ingegneri coinvolti nelle valutazioni di sicurezza di atmosfere cariche di polvere, ATEX semplifica la protezione dalle esplosioni con un concetto a tre zone.

La zona 20 o categoria 1D, la più critica delle tre, è un’area in cui un’atmosfera esplosiva sotto forma di nuvola di polvere combustibile nell’aria è presente continuamente, o per lunghi periodi, o frequentemente. In genere, queste condizioni dovrebbero trovarsi all’interno di contenitori o condutture e apparecchiature di trasporto chiuse.

La zona 21 o categoria 2D, è un luogo in cui è probabile che si verifichi un’atmosfera esplosiva sotto forma di nuvola di polvere combustibile nell’aria durante il normale funzionamento, ad esempio durante lo scarico e il riempimento di apparecchiature.

La zona 22 o categoria 3D, è un luogo in cui non è probabile che si verifichi un’atmosfera esplosiva sotto forma di una nuvola di polvere combustibile nell’aria durante il normale funzionamento ma, se si verifica, persisterà solo per un breve periodo. Le aree in cui la polvere fuoriesce e forma depositi sono incluse in questa categoria. Qualunque sia la zona, uno dei maggiori rischi quando si tratta di prevenire le esplosioni di polvere è rappresentato dagli involucri.

La direttiva ATEX definisce il tipo di protezione fornito dagli involucri, in base alla limitazione della temperatura superficiale massima dell’involucro e all’utilizzo di involucri a tenuta di polvere e polvere per impedire l’ingresso di polvere.
La legislazione copre due gradi di protezione: a tenuta di polvere, per l’uso delle apparecchiature all’interno Zone 20, 21 e persino 22 in caso di presenza di polvere conduttiva; e protetto dalla polvere, per l’uso di apparecchiature nelle zone della zona 22 in presenza di polvere non conduttiva.

Il campo di applicazione della direttiva ATEX sugli involucri è completo, estendendosi agli attuatori elettrici utilizzati sui singoli tipi di valvole. Questo è importante a causa del crescente uso di elettrovalvole nei sistemi di raccolta polvere che riducono l’inquinamento industriale.

Nel pieno rispetto della normativa, dei nostri valori aziendali e grazie alla nostra esperienza acquisita in oltre 40 anni di attività nel settore, Ecotech GTS offre ai suoi clienti una completa gamma di prodotti certificati Atex quali dispositivi di sicurezza, di controllo, regolazione e componenti.

Iscriviti alla newsletter


    PERCHE' SCEGLIERCI


    Fiducia


    La fiducia come esperienza costante di competenza, integrità, onestà, trasparenza, impegno, determinazione e familiarità

    Personale qualificato


    La nostra realtà aziendale è espressa da tecnici e operatori specializzati coinvolti in un processo di aggiornamento e miglioramento continuo.

    Flessibilità


    Capacità di adattare la priorità organizzazione e processo produttivo alle esigenze del cliente sia nella personalizzazione del prodotto che nelle loro quantità richieste.

    Elevati standard qualitativi


    Gli elevati standard di affidabilità e qualità raggiunti nel settore della filtrazione e depurazione dell'aria, in oltre 40 anni di attività, ci permettono di affrontare con determinazione e serenità le sfide future

    Personalizzazione


    Ecotech GTS non perde mai di vista la filosofia "Tailor Made" assecondando le esigenze e richieste dei clienti in maniera propositiva e collaborativa.